FAQ2020-02-14T11:54:43+01:00

Domande frequenti

La realizzazione dei sottoservizi (a cura di elettricista ed idraulico) e la posa in opera delle apparecchiature sono comprese nell’offerta di cui sopra?2019-12-06T22:44:18+01:00

No, non sono comprese.

Quali certificazioni dovrò richiedere all’elettricista, all’idraulico ed alla ditta fornitrice delle apparecchiature?2019-12-06T22:45:04+01:00

Le certificazioni inerenti la perfetta esecuzione degli impianti elettrico ed idrico rispettivamente all’elettricista ed all’idraulico; le cerificazioni delle apparecchiature e l’esistenza della marchiatura Ce al fornitore delle attrezzature collegate all’impianto elettrico.

Il pozzetto di decantazione è necessario?2019-12-09T18:19:05+01:00

E’ quasi indispensabile, soprattutto ove le condutture fognarie siano di diametro ridotto.

Per aprire una toelettatura cani è necessario aver frequentato un corso ed aver ottenuto un diploma?2019-12-09T17:59:11+01:00

Alcuni Comune o altri enti, per concedere l’autorizzazione, potrebbe richiedere l’attestato di frequenza ad un corso di toelettatura, ma non è una regola generale.

I corsi di toelettatura dove vengono svolti e quali sono le modalità per accedervi?2019-12-09T18:19:45+01:00

Esistono varie possibilità: corsi organizzati da associazioni (per esempio l’ACAD che aderisce all’Unione del Commercio, del Turismo e dei Servizi della provincia di Milano), corsi coordinati da toelettature private di varia estrazione ed addirittura corsi proposti via internet od a mezzo di audiovisivi, filmati o dispense. Prendendo in esame le prime due possibilità, sull’ultima sarà meglio stendere un velo pietoso, è opportuno svolgere delle indagini preventive su chi effettivamente organizza e coordina i corsi per non incorrere in spiacevoli sorprese. I toelettatori-docenti dovranno avere alle spalle anni di esperienza e di conduzione di un laboratorio artigianale. Per quanto ci riguarda organizziamo dei pre-corsi orientativi per fornire a chi ne sentisse la necessità, le opportune informazioni generali.

Quanto può durare un corso di toelettatura?2019-12-09T18:07:20+01:00

Non esistono praticamente dei limiti alle ore di insegnamento programmate ed effettivamente svolte: si parte da un massimo non quantificabile e si arriva ad un sorprendente minimo di 16 ore; all’interno di questa forbice gli organizzatori si sono sbizzarriti dando vita a mini corsi, corsi per il fine settimana, corsi serali, ecc. E’ indispensabile quindi informarsi preventivamente sulla loro effettiva durata e sugli argomenti che saranno oggetto di studio e di applicazioni pratiche.

Quanto può costare un corso completo di toelettatura?2019-12-09T18:20:43+01:00

Un mini-corso di 16 ore o poco più ad uso di un gestore di toelettatura self service potrebbe costare da 300 a 600,00 €.

E’ meglio dotarsi, per l’asciugatura dei cani, di un soffiatore (pulsore) o di un aspiratore del liquido?2019-12-09T18:21:53+01:00

A questo proposito leggete l’articolo sul nostro blog.

Quanti Kilowatt di potenza dovrò richiedere alla Società elettrica?2019-12-09T18:22:24+01:00

E’ buona norma chiedere almeno 4,5 Kw nominali (4,5 + 10% effettivi di potenza), a meno che non siano installati condizionatori od altre apparecchiature ad alto assorbimento all’interno della toelettatura.

I prodotti di consumo sono biodegradabili?2019-12-09T18:22:48+01:00

I prodotti Baldecchi che noi commercializziamo sono biodegradabili al 98%, più di quelli per uso umano.

La cappa d’aspirazione è proprio necessaria?2019-12-09T18:23:15+01:00

Dipende dalla conformazione dei locali, dalla presenza o meno di aperture (porte e finestre idonee, la cosiddetta “superficie aereo-illuminante”) e, naturalmente, dalle richieste formulate da ASL e Comuni.

Mi hanno suggerito di acquistare vasche in acciaio inox: è il materiale migliore per l’uso cui verrà destinato?2019-12-09T18:23:44+01:00

No, non è il materiale migliore anche se possiede un certo “fascino”. L’acciaio si opacizza velocemente sopratutto in presenza di acque molto calcaree (la maggior parte dell’Italia ha acque calcaree); le saldature tendono ad arrugginirsi, le guarnizioni in prossimità del portellone apribile non garantiscono una tenuta prolungata nel tempo.

Quanti metri quadri di superficie destinata a laboratorio sono sufficienti?2019-12-09T18:12:35+01:00

Per un laboratorio professionale dotato delle più comuni apparecchiature sono sufficienti 20/25 mq. compresi una piccola sala d’attesa ed un servizio igienico. Nel caso di un self service con le classiche due postazioni qualcosa in più.

I servizi igienici sono proprio indispensabili?2019-12-09T18:13:04+01:00

Si, sono necessari anche perchè al loro interno potrebbero essere inserite le apparecchiature più rumorose.

Qual è l’ubicazione migliore per una toelettatura cani?2019-12-09T18:25:53+01:00

Un pianterreno magari lontano da civili abitazioni od uffici con una (anche ridotta) possibilità di parcheggio. Potrebbero essere idonei anche un negozio/laboratorio al pianterreno di un condominio purchè i locali siano acusticamente isolati.

Quali incassi mi posso attendere nel primo anno di lavoro?2019-12-09T18:26:10+01:00

E’ un argomento difficile da affrontare perchè dipende da molti fattori per cui ogni previsione potrebbe apparire azzardata. Per esperienza il primo anno viene considerato buono se si raggiunge il pareggio tra spese e ricavi. Dal secondo anno ci si potrebbe attendere un piccolo utile e dal terzo un guadagno soddisfacente sempre che si sia operato con abilità.

Quale pubblicità è più redditizia?2019-12-09T18:26:34+01:00

Il passaparola, sopratutto perchè il toelettatore opera in una zona abbastanza circoscritta, è il metodo migliore per acquisire nuova clientela. Agli inizi sarà necessaria una campagna di volantinaggio nel raggio di 2/3 Km. dall’esercizio in zona densamente popolata ed anche di 10 Km. nel caso di comuni poco popolati con abitazioni sparse.

Mi consigliate di rilevare un’attività già esistente?2019-12-09T18:15:45+01:00

Potrebbe essere una mossa azzeccata da eseguirsi però con la consulenza di un commercialista particolarmente esperto che sappia valutare sia la veridicità degli utili dichiarati che l’esistenza di possibili criticità.

Mi hanno proposto una collaborazione al 50%: è conveniente accettare?2019-12-09T18:27:34+01:00

Ogni tipo di collaborazione dev’essere ben accetta qualora siano sufficientemente evidenziati i termini del (necessario) contratto. Se vorrete collaborare con un negozio di vendita di prodotti per animali o con un veterinario stabilite in anticipo chi dovrà sostenere le spese generali (acqua, gas, luce, telefono, riscaldamento, affitto, ecc.) e chi dovrà mettere a disposizione le attrezzature.

Potrò vendere alcuni prodotti inerenti la futura attività?2019-12-09T18:16:53+01:00

Nell’ambito di un’attività artigiana, come è quella di toelettatura cani, si possono vendere ai clienti piccoli oggetti inerenti l’attività medesima come ad esempio shampoo, profumi, fiocchetti, cardatori, ecc. Non sono compresi i mangimi, i prodotti veterinari, le museruole, le cucce morbide, i cappottini, ecc.

E’ conveniente aderire ad una rete in Franchising?2019-12-09T18:28:00+01:00

Potrebbe essere conveniente per coloro i quali non volessero perdere eccessivo tempo con le pratiche burocratiche, per l’individuazione del locale più idoneo, per la scelta del toelettatore (o della scuola) più adatto in qualità di insegnante. Il Franchising permette (almeno teoricamente) di ottenere un’assistenza precisa e puntuale per le apparecchiature utilizzate e di poter usufruire, in qualsiasi momento, del supporto della casa madre. Ci sono però parecchi lati negativi o comunque da valutare con attenzione: con il Franchising si perde quasi completamente l’autonomia gestionale che dovrebbe essere il punto cardine di ogni attività in proprio e si rischia di addossarsi tutte le incombenze dell’imprenditore senza poter “tirare le redini” dell’Azienda. Inoltre i costi di affiliazione sono spesso esorbitanti senza un’adeguata contropartita di servizi. Noi, come Hebla, abbiamo nel passato deciso di non creare una rete in Franchising.

Per aprire una toelettatura cani self service è necessario aver frequentato un corso ed aver ottenuto un diploma?2019-12-09T18:18:30+01:00

Qualche Comune o qualche altro ente, per concedere l’autorizzazione, potrebbero richiedere l’attestato di frequenza ad un corso di toelettatura, ma non è una regola generale. Solitamente, nel caso di un’attività di toelettatura self service, che è commerciale e non artigianale, non viene richiesto alcun attestato.

Quanti metri quadri di superficie destinata a self service sono sufficienti?2019-12-09T18:24:18+01:00

Per due postazioni dotate delle più comuni apparecchiature sono sufficienti 25/30  mq. compresi una piccola sala d’attesa ed un servizio igienico. Naturalmente il locale dovrà essere abbastanza regolare e privo di colonne, finestre basse su almeno tre lati, nicchie e simili.

I servizi igienici sono proprio indispensabili?2019-12-09T18:25:02+01:00

Si, sono necessari anche perchè al loro interno potrebbero essere inserite le apparecchiature più rumorose.

Mi consigliate di rilevare un’attività già esistente?2019-12-09T18:27:12+01:00

Potrebbe essere una mossa azzeccata da eseguirsi però sotto la consulenza di un commercialista particolarmente esperto che sappia valutare sia la veridicità degli utili dichiarati che l’esistenza di possibili criticità.

Qual è il metodo migliore per la riscossione del credito?2019-12-09T18:28:20+01:00

Raccomandiamo il sistema a “chiavette ricaricabili” che riteniamo il più affidabile.

E per l’accesso sicuro dalla pubblica via?2019-12-09T18:29:02+01:00

Varie soluzioni sono possibili, ma quella più interessante per preservare i locali e le apparecchiature di una toelettatura self service da possibili “incursioni notturne” o da atti vandalici consiste nell’applicazione di un lettore di chiavette o cards (le medesime che poi si utilizzeranno all’interno delle postazioni e nel distributore automatico) in corrispondenza dell’accesso dalla pubblica via.

E’ conveniente un abbinamento tra toelettatura self service e toelettatura professionale?2019-12-09T18:29:32+01:00

Nella maggior parte dei casi si perchè si intercettano e si fanno confluire nell’ambito del medesimo esercizio sia quei clienti che desiderano operare “in proprio” che quelli che, oltre al lavaggio dei propri cani, richiedono anche  che sia effettuata la tosatura da parte di personale esperto.

Quali funzioni ha il distributore automatico?2019-12-09T18:30:10+01:00

Il distributore automatico multifunzione permette di:

* erogare sino a dieci/dodici categorie di prodotti (versione grande da pavimento) impilabili nelle spirali di passo diverso;

* distribuire le chiavette ricaricabili o le cards;

* ricaricare le chiavette o le cards.

Quali costi comporta l’allestimento di un impianto di toelettatura mobile?2019-12-09T18:30:49+01:00

Il costo totale  si ottiene sommando tre elementi: il costo del furgone, il costo dell’allestimento (predisposizione) interno; il costo delle apparecchiature.

Il furgone quali caratteristiche deve possedere?2019-12-09T18:31:12+01:00

Dev’essere preferibilmente “a passo lungo”per poter contenere le apparecchiature ed un necessario locale tecnico. Dovrà possedere due entrate: una posteriore ed una laterale.

Dev’essere per forza nuovo di fabbrica?2019-12-09T18:31:44+01:00

Non necessariamente: allestiamo anche furgoni usati.

Cosa richiedono normalmente le ASL ed i Comuni per concedere le necessarie autorizzazioni?2019-12-09T18:32:18+01:00

Le richieste si discostano un po’ da quelle formulate nel caso della toelettatura professionale e self service in quanto l’interlocutore principale diventa l’ASL ed i permessi vengono da essa rilasciati solo ed esclusivamente nel territorio di competenza. Chi vorrà spostarsi da un ambito territoriale ad un altro dovrà rivolgersi ai diversi enti preposti indirizzando , per ogni ambito, un’apposita richiesta.

Quali certificazioni dovrò richiedere all’allestitore del furgone ed al fornitore delle apparecchiature destinate alla toelettatura cani?2019-12-09T18:32:46+01:00

Il furgone dovrà essere rivestito internamente con materiale impermeabile e lavabile e le giunte opportunamente sigillate. L’allestitore dovrà rilasciare le certificazioni che illustrano le caratteristiche dei lavori eseguiti e quelle dei macchinari installati (generatore di corrente, eventuale condizionatore, ecc.). Le cerificazioni delle apparecchiature e l’esistenza della marchiatura Ce dovranno invece essere richieste al fornitore delle attrezzature di toelettatura collegate all’impianto elettrico. Inoltre dovrà effettuarsi il cambio di destinazione d’uso del furgone.

Per aprire una toelettatura cani mobile è necessario aver frequentato un corso ed aver ottenuto un diploma?2019-12-09T18:33:23+01:00

Qualche Comune o qualche altro ente, per concedere l’autorizzazione, potrebbero richiedere l’attestato di frequenza ad un corso di toelettatura, ma non è una regola generale.

Dove verranno alloggiate le apparecchiature?2019-12-09T18:33:51+01:00

Preferibilmente in un vano accessibile dal retro del furgone, il “locale tecnico”.

In quali zone potrò o dovrò sostare?2019-12-09T18:34:22+01:00

I Comuni potrebbero chiedere una tassa per l’occupazione di suolo pubblico, quindi converrà sostare in aree private, previo accordo con i proprietari, o chiedere un permesso alla vigilanza urbana in caso di aree pubbliche (esempio area mercato).

Quali incassi mi posso attendere nel primo anno di lavoro?2019-12-09T18:35:08+01:00

Escluso un primo periodo “di rodaggio” incassi superiori a quelli di un’analoga attività di toelettatura in postazione fissa senza doverne sostenere i costi (affitto dei locali, spese condominiali, riscaldamento, ecc.).

Quale pubblicità è più redditizia?2019-12-09T18:35:36+01:00

Il passaparola, anche se il toelettatore potrebbe operare in una zona abbastanza vasta comprendente diversi Comuni. E’ il metodo migliore per acquisire nuova clientela.  Agli inizi sarà necessaria una campagna di volantinaggio nel raggio di 10/15  Km. dalla località di partenza abituale.

Mi hanno proposto una collaborazione all’interno di un campeggio: è conveniente accettare?2019-12-09T18:35:58+01:00

Potrebbe essere un’ottimo affare anche se limitato alla stagione calda. Si stipuli comunque un contratto che stabilisca a chi competono le spese d’esercizio.

Mi conviene aderire ad un Franchising?2019-12-09T18:36:22+01:00

Nel caso della toelettatura itinerante lo sconsigliamo vivamente perchè sarebbe difficoltoso delimitare le zone di pertinenza e per altri motivi dovuti alla particolarità del lavoro svolto.

Un sistema di aspirazione per il pelo volatile è proprio necessario?2019-12-09T18:36:50+01:00

Si, specialmente nel caso di una toelettatura mobile in cui gli spazi operativi sono necessariamente ridotti.

Come mi devo regolare per l’approvvigionamento idrico e per lo smaltimento delle acque sporche?2019-12-09T18:37:38+01:00

Il mezzo dovrà essere provvisto di due “gavoni”: uno per l’acqua chiara ed uno per gli scarichi del lavaggio. Le acque luride dovranno essere smaltite seguendo le normative vigenti. La capacità di ogni gavone non dovrà essere inferiore a 100 litri.